Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonchè a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.
Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Rivergaro - Chiesa di Sant'Agata

14 Rivergaro Ceruti Madonna SLucia SBiagio

Madonna con Gesù Bambino, Santa Lucia e San Biagio (G.B. Ceruti detto il Pitocchetto)

Chiesa di S. Agata - Rivergaro

 

Descrizione

   

Olio su tela

Restituita al Ceruti da Marco Lucco nel 1987 e datata al periodo tra il 1739 e il 1743, la tela è pervenuta all’oratorio di San Rocco intorno al 1825, anno in cui fu realizzata la cappella destinata ad accoglierlo e se ne ignora l’originaria collocazione. La maestosa figura di San Biagio, che funge da quinta sulla destra della composizione, è presentata in sontuosi abiti vescovili mentre indica con la mano destra Santa Lucia genuflessa in adorazione del Bambino in piedi al centro, trattenuto teneramente da Maria al cospetto di cherubini tra le nuvole.In origine sagomata e centinata superiormente, come è già stato notato, la tela è stata accostata a opere del periodo veneto del pittore e in particolare alla pala realizzata per l’altare maggiore della chiesa padovana di Santa Lucia. Alle opere venete si apparenta per le superbe tonalità cromatiche che si evidenziano in particolare nel piviale a fondo rosaceo, qualificato da cangiantismi che suggeriscono la raffinatezza e preziosità della seta. I raffronti hanno suffragato dapprima una datazione prossima al periodo veneto, intorno al 1739-1740, ridiscussa quando Arisi ha rintracciato in collezione privata piacentina una versione precedente di minori dimensioni, proponendo una cronologia nel contesto del periodo piacentino dell’artista, tra 1743-1746. Oltre a questa, che viene ritenuta una delle migliori opere realizzate per Piacenza, il pittore eseguì per la committenza locale anche il Sant'Alessandro che abbatte l'altare pagano (1745) conservato in Santa Teresa e altri dipinti.

   

Autore

    Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto (Milano 1698 - 1767)    

Periodo

    1743-1746 circa    

Collocazione

         

Misure

     cm 200x167 circa    

Stato di conservazione

         

Provenienza

    Oratorio di San Rocco - Rivergaro    

Note

    in mostra una riproduzione fotografica    

Opere

Documenti

Itinerari

Eventi

Grafie e segni di libertà. Opere dal 1950 al 1980. Mostra dedicata al pittore Ludovico Mosconi nel trentennale della sua scomparsa. Auditorium “Casa del Popolo” di Rivergaro dal 16 luglio al 3 settembre 2017

Mostra "Grafie e segni di libertà" Ludovico Mosconi

Il ricavato dalla vendita dei cataloghi della mostra "immagini e documenti raccontano..." è stato donato alla parrocchia di Ottavello per il restauro del "Martirio di San Bartolomeo"

Restauro "Martirio di San Bartolomeo"

In mostra documenti e opere d'arte dalle chiese e dagli archivi parrocchiali della Val Trebbia. Casa del Popolo fino all'11/9/2016. Inaugurazione 16 luglio ore 21

Mostra "Immagini e documenti raccontano"